Vodka tonic di colonnata

23 Mag

Per quanto io ci abbia messo “solo” 5 giorni a metabolizzare la cosa, mi ritengo comunque uno sveglio d’altri tempi. Ora, non sono proprio sicuro che i 5 giorni mi siano serviti per metabolizzare l’accaduto o smaltire l’alcol bevuto (BAM. Who’s the fuckin’ nigga now, uh?) ma ci sono comunque riuscito. Poche ore dopo aver scritto il mio ultimo post, sono riuscito a farmi la protagonista del mio ultimo post. LA MORA DEL TERZO PIANO.

Ora però razionalizziamo.

Partendo dal presupposto che io non credo nel destino ma solo ed esclusivamente nelle mie potenzialità, voglio fare la parte del modesto realista e dire che è questa è stata una botta di culo non da poco, anzi, una botta di culo davvero grossa. Soprattutto per i presupposti con i quali era partita la serata, perchè se ceni con pizza e un vodka tonic è un dato di fatto che conti di non ricordare nulla dei tuoi ultimi 20 anni di vita entro le 23.15, MASSIMO, 23.17. In questo caso entra in gioco la seconda botta di culo: la pizza, impastata con malta, farina, acquaraggia e tant’ammore ha avuto una funzione di “fondo” degna di nota, la quale mi ha permesso di arrivare fino alle..mhmh..2? che non è male eh! Se tralasciamo che sono effettivamente uscito di casa all’1.30 per recarmi in un locale dall’altra parte della città, sono andato alla grande. Quindi TRALASCIAMO. Arrivato nel locale pago l’ingresso, vado al bancone e ordino un vodka tonic. Dopo qualche minuto realizzo effettivamente di essere vivo, in un locale, con 10 euro in meno nel portafogli e con l’ennesimo vodka tonic della serata in mano. Sticazzi direi, meglio di così? Sono con gli altri (coinquilini e amici), ci stacchiamo dal bancone (per il momento) e ci dirigiamo in mezzo alla bolgia, quando ad un tratto un raggio di luce BIANCHISSIMA mi sconvolge. Non parlo dello strobo, parlo della mora del terzo piano intenta a ballare in compagnia delle amiche.

Cazzo, capite? La mora del terzo piano in quel locale, quella sera, in quel momento ed io così sbronzo da aver dimenticato dignità e bei modi nel quarto vodka tonic della serata. In breve, se hai la tipa che ti piace che balla con le amiche e con, per giunta, un bicchiere in mano e una colonna nelle vicinanze, giocati bene il fattore colonna perchè potrebbe essere il più bel principio di sesso verticale che tu possa provare nella vita.

Ovviamente non ci sono finito a letto, figurarsi, non mi ricordavo nemmeno la mia data di nascita! Se avessi visto una tetta (e che tetta) nelle condizioni in cui ero, avrei iniziato a sbavare, l’avrei scostata e probabilmente mi sarei ingroppato direttamente la colonna.

Morale della favola: se al terzo piano del vostro palazzo abita una mora che va matta per i vodka tonic, portatela in discoteca e incolonnatela.

S.

Annunci

2 Risposte to “Vodka tonic di colonnata”

  1. unfaronelbuio maggio 23, 2013 a 7:43 pm #

    ma alla fine ti sei fatta la mora o la colonna? o meglio, alla fine ti sei fatto qualcuno oltre la vodka tonic? 😀

  2. farefintadifarefinta maggio 23, 2013 a 7:44 pm #

    Potrei essermi fatto il pizzaiolo.
    S.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: